“E’ in arrivo una nuova Maza?”

Vi è un punto in discussione nel prossimo Consiglio comunale dell’8 settembre che ci lascia esterefatti e fortemente preoccupati. I consiglieri saranno infatti chiamati ad esprimere il loro parere favorevole o contrario rispetto all’aumento sensibile, di oltre cinque volte, delle tonnellate di rifiuti speciali e urbani non pericolosi stoccabili presso l’area di Patone nel Comune catastale di Arco, a favore della ditta Galaservice.

La Dirigente dell’area tecnica, arch. Simoncelli, ha già espresso parere favorevole in ordine alla regolarità tecnico amministrativa, quindi è quasi certo che la maggioranza si assumerà la responsabilità di esprimere parere favorevole all’aumento spregiudicato dei volumi dei rifiuti stoccabili, passando dalle 21.300 attuali fino alle 100.000 tonnellate/ anno. L’impatto sull’ambiente sarà molto forte a causa della movimentazione dei rifiuti con la moltiplicazione dei mezzi adibiti al loro trasporto e i derivanti pericoli per il sito posto a ridosso del bosco Caproni, sottoposto a tutela SIC (sito d’importanza comunitaria).
Sembra una beffa proprio adesso, nel momento in cui la nostra comunità potrebbe rallegrarsi per la chiusura ormai certa della Maza, doversi ritrovare di fronte ad un nuovo allarme ambientale.
Chiediamo ai cittadini di far sentire la propria voce e di far vedere la loro presenza nella seduta di lunedì 8 settembre del Consiglio comunale di Arco, per supportare la nostra contrarietà verso questa prossima delibera del Consiglio comunale.
La preoccupazione che si tratti di un primo atto verso la creazione del temuto CSS (combustibile solido secondario) da bruciare nei cementifici, come previsto dal piano voluto dall’Assessore Gilmozzi, è molto forte, così come il rammarico nel constatare che gli investimenti nella certificazione EMAS fatti dal nostro Comune rischiano di essere vanificati di fronte a queste decisioni contro l’ambiente.
Il MoVimento 5 Stelle Alto Garda propone al contrario di investire nella creazione di un centro di riciclaggio della materia prima secondaria per portare il recupero dei rifiuti ai livelli raggiunti da tanti Comuni virtuosi in Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...