Visita all’Hotel Arco. Le nostre perplessità

Il giorno 19 settembre c.m. nel pomeriggio il consiglio comunale ha visitato l’area dell’Hotel Arco oggetto di un notevole ampliamento volumetrico come previsto dalla Variante 14. L’obiettivo della Giunta arcense era di illustrare i benefici per la collettività e l’economia locale dell’azione compensativa della Variante 14 ed evidentemente convincere i Consiglieri indecisi che dovranno esprimersi su questo, come sugli altri interventi, all’atto del voto della Variante in Consiglio comunale.

I consiglieri dei gruppi MoVimento 5 Stelle, Arco per un Comune Virtuoso e Arco Futura congiuntamente esprimono una critica sul fatto che la Giunta abbia voluto inscenare questa presentazione sul posto condotta dai proprietari del terreno, interessati evidentemente alla difesa di un forte interesse economico nella costruzione delle nuove volumetrie che, come più volte mostrato dalle associazioni ambientaliste e dai comitati, avrà un impatto sull’area simile a quanto è già accaduto purtroppo con il nuovo insediamento dell’ex-Argentina sull’Olivaia

Intravvediamo quindi in questa decisione della Giunta e nelle modalità con cui è stata condotta questa visita, una forma sottile di pressione esercitata sulla libertà di espressione dei singoli Consiglieri per influenzare positivamente il loro parere, poiché se davvero l’interesse collettivo fosse palese, non vi sarebbe stato alcun bisogno di illustrare così direttamente le proprie ragioni.

La domanda spontanea che ci sorge è perché non si sia deciso di aprire un dibattito nella sede più appropriata, ossia in Consiglio comunale anziché portarci tutti in gita? Inoltre, perché visitare solo l’Hotel Arco e non anche gli altri luoghi oggetto di compensazione nella Variante 14?

Riprendendo il pensiero espresso giorni fa sulla stampa da parte del comitato ambientalista, invitiamo ancora una volta a considerare che se lo sviluppo urbanistico non è sostenibile, esso incontrerà più velocemente un limite che lo porterà al collasso. 

Questa Giunta anziché promuovere le ragioni di singoli imprenditori dovrebbe avere la responsabilità di coniugare positivamente sviluppo e sostenibilità. Il nostro territorio infatti è di per sé risorsa primaria per il turismo e se vogliamo che i turisti continuino a frequentare i nostri territori dobbiamo preservarli e non continuare inesorabilmente a sfruttarli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...