M5S: il premio a Flor? un insulto per lo stato del comparto sanitario dell’Alto Garda

Apprendiamo dalla Stampa di oggi del generoso premio dato al direttore generale dell’Azienda sanitaria che secondo i politici al Governo della Provincia avrebbe raggiunto gli obiettivi per il 2013.

Vogliamo rimarcare innanzitutto che i dirigenti di pari livello delle Regioni vicine percepiscono stipendi e premi di gran lunga più bassi rispetto ai 235.000,00 annui percepiti da Flor, senza che il livello del servizio sanitario risulti peggiore; il fatto che i trentini preferiscano farsi curare nelle Regioni confinanti piuttosto che in Provincia sembrerebbe dimostrare infatti che la qualità della Sanità trentina non è poi così alta, tanto che il tasso di mobilità passiva superiore a quella attiva è uno dei suoi mali più grandi.

Essendo il territorio di interesse del nostro impegno civile e politico quello dell’Alto Garda, non possiamo esimerci dallo stigmatizzare, con forte indignazione, la decisione della Giunta provinciale che dimostra ancora una volta la lontananza della politica provinciale dai bisogni e dalle condizioni di vita dei semplici cittadini, ignorati da tutti i partiti tradizionali, salvo diventare “prede appetibili” degli appetiti ingordi dei tracotanti partiti durante le elezioni.

Guardando la situazione del comparto sanitario di Arco, da sempre vocata alla cura e alla salute, ci troviamo di fronte alla messa in mobilità di 27 dipendenti da parte di Villa San Pietro, con una forte responsabilità della Provincia che negli ultimi anni ha azzerato le convenzioni dei pazienti trentini, alle incertezze sul mantenimento dei posti di lavoro di Eremo, anch’essa oggetto di una diminuzione di circa un 30% di pazienti trentini in convenzione, sicuramente senza nessun beneficio per l’utente contribuente che vede allungarsi le liste di attesa e deve spostarsi più lontano per accedere ad un servizio in certi casi peggiore, e infine assistiamo ormai da un anno al dibattito sulla probabile chiusura del reparto nascite dell’Ospedale di Arco che non lascia presagire nulla di buono in generale per il futuro del nosocomio.

Tutti i fatti sopra citati oltre a porre forti dubbi rispetto al miglioramento del servizio sanitario nel nostro territorio dell’Alto Garda, di certo stridono fortemente con la decisione della Giunta provinciale di stanziare 40.000,00 euro a favore del direttore generale per supposti obiettivi raggiunti.

Per il MoVimento 5 Stelle fatti come questi sono inaccettabili in quanto vi deve essere una proporzione consona tra tutti i livelli di retribuzione e in un momento di forte crisi, come quella attuale, assegnare un premio di questa entità al dirigente è un insulto nei confronti di moltissime famiglie trentine che vivono grosse difficoltà economiche. Ricordiamo infine ai cittadini dell’Alto Garda ed in particolare ai rivani che i politici che sono in maggioranza in Provincia, responsabili anche di queste scelte, appartengono agli stessi partiti e organizzazioni politiche che vorrebbero governare per altri cinque anni Riva, se i rivani lo consentiranno con il proprio voto, e che per cinque anni dovrebbero governare ancora ad Arco visto l’esito elettorale di un anno fa.

MoVimento 5 Stelle Alto Garda e Ledro

Flavio Prada – Candidato Sindaco di Riva del Garda

Giovanni Rullo – Consigliere comunale di Arco

Gabriella Santuliana – Consigliera comunale di Arco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...