M5S Riva del Garda: Mosaner, uomo di parola

Il sindaco Mosaner di Riva del Garda è un uomo che sa usare bene le parole. Molto abile con la retorica e la dialettica, riesce a convincere tante persone, tant’è che viene eletto con percentuali bulgare. Peccato che proprio lui non si possa definire come un “uomo di parola”, visto che a esempio di Renzi, suo capo partito, predica bene e razzola male. Le cose che dice e promette vengono sistematicamente smentite dai fatti, prodotti della sua propria azione. Nei giornali di giovedì 17 settembre, escono due notizie che evidenziano questo.

La prima riguarda la nomina dei presidenti delle commissioni consigliari. Mosaner in seduta del consiglio comunale, quando interrogato dal consigliere Prada del Movimento 5 Stelle riguardo l’opportunità di destinare la presidenza delle commissioni alla minoranza come forma di garanzia per un maggior equilibrio democratico negli organi consigliari, rispose che questa possibilità sarebbe da prendere in considerazione e da non escludere a priori. Nei giornali di ieri però si legge che la assegnazione delle presidenze è questione fra i gruppi di maggioranza e le minoranze non vengono nemmeno ascoltate o rispettate in quanto forze di legittima rappresentanza di parte della cittadinanza. La parola di Mosaner, non vale. Vale di più il gioco di potere fra quelli che (suppostamente) sono i suoi alleati. Fino a quando litigheranno? Nel frattempo non partono i lavori e gli argomenti importanti non vengono discussi dai consiglieri nelle commissioni. Mosaner prenda l’esempio di Arco, dove alle commissioni ci sono state eletti presidenti della minoranza.

L’altra notizia comprova quanto valgono le parole del sindaco. In campagna elettorale e nel suo programma lui ribadisce il concetto del “cemento zero”. Non è quello che si capisce quando si parla della costruzione di un enorme condominio in via Ardaro. Si legge: “La giunta Mosaner ha approvato proprio in queste ore il piano attuativo e il relativo piano di lottizzazione sull’area Radi, oltre un ettaro di terreno «stretto» tra via Ardaro e la parete rocciosa della Rocchetta a sud del panificio San Giacomo. Un consistente intervento edilizio, praticamente un nuovo centro residenziale, che nell’intento dell’ente pubblico dovrebbe conciliare le richieste dei privati con le esigenze abitative pubbliche.”

Questo è il cemento zero targato Mosaner, uomo di parola. Come Renzi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...